Testimonianza di Elena, socia non vedente dell’UICI di Siena, in compagnia del suo cane guida Vanda

Ciao a tutti: noi siamo Elena, giovane socia non vedente della sezione UICI di Siena e Vanda, labrador bionda di 4 anni che nella vita faccio il cane guida... Siamo ormai insieme da un anno e mezzo e possiamo dirlo adesso... Siamo diventate una coppia! Percorriamo ogni giorno le strade di Firenze, saliamo su autobus e taxi e, anche sulle macchine degli amici, naturalmente! Andiamo insieme all'università, dal fornaio, al bar, al supermercato, al negozio per animali, al parco e addirittura anche in Chiesa! Siamo una squadra che lavora insieme, io ascolto l'ambiente che ho intorno e dico a Vanda la giusta direzione da prendere, lei si occupa di evitare le persone e i vari ostacoli che troviamo sul nostro cammino, come auto, bici e cantieri. Inizialmente, quando un anno e mezzo fa l'ho presa con me dopo l'addestramento, non è stato semplice: io ho dovuto imparare il suo linguaggio e conquistarmi la sua obbedienza, perchè era molto interessata a giocare con gli altri cani anzi che a lavorare e a far scappare, strattonandomi, tutti i gatti che incontravamo sul nostro cammino. Ma con un po' di autorità, tante coccole e tante crocchette in premio, la sua precisione nell'accompagnarmi è decisamente aumentata. Che dire, l'arrivo di questa cagnolona a 4 zampe nella mia vita, dopo le iniziali comprensibili difficoltà di accogliere un cane e prendersene cura, ha reso senza dubbio più veloci e sicuri tutti i miei spostamenti. Avere un cane è impegnativo e se la cecità non avesse fatto il suo ingresso nella mia vita, probabilmente dato che studio e condivido un appartamento con altre ragazze, non avrei preso ancora un animale così bisognoso di cure. Però, considerata la difficoltà di muovermi dopo la perdita definitiva della vista, il supporto e la sicurezza forniti da un cane sono per me senza dubbio di gran lunga superiori rispetto a quelli che derivano dall’uso del bastone bianco. Un cane fa avvicinare le persone, anche troppo a volte, perchè magari lo distraggono mentre stiamo atraversando ad un semaforo... Invece il bastone bianco ci fa vergognare e spesso fa paura a chi vede. Un cane tiene compagnia e da serenità, perchè è un essere vivente che ti cammina accanto ed esplora il mondo compensando in parte ciò che io non posso fare. Vanda è appunto il mio primo cane guida e il mio primo cane... E sono felice che sia al mio fianco, mi auguro che avremo ancora tanto tempo da passare insieme e tante strade da percorrere, con le nostre sei zampe, rendendo più gioiosa la vita l'una dell'altra.

 

Torna alle esperienze