DISABILITÀ VISIVA NELL’EMERGENZA COVID-19 due miniguide per aiutare le persone con disabilità visiva a spostarsi durante la Fase 2 dell'emergenza.

 

 

Condividiamo molto volentieri due miniguide per aiutare le persone con disabilità visiva a spostarsi durante la Fase 2 dell'emergenza.

"Consigli pratici per la mobilità delle persone non vedenti e ipovedenti" è rivolta alle persone non vedenti e ipovedenti che devono spostarsi per lavoro o motivi di salute.
LIMITA LE USCITE
Riduci gli spostamenti allo stretto necessario ed evita le situazioni in cui potresti avere bisogno di aiuto da parte di estranei.
INFORMATI PRIMA DI USCIRE
Molti negozi e servizi hanno attivato soluzioni on-line e a domicilio. Alcuni hanno ridotto i loro orari o ricevono solo su appuntamento. Prova a prenotare il servizio oppure, se disponibili, utilizza le app salta coda.
INDOSSA SEMPRE LA MASCHERINA
Meglio utilizzare mascherine FFP2 o FFP3 senza valvola perché proteggono sia te che gli altri.
INDOSSA SEMPRE I GUANTI
In modo da poter toccare i riferimenti ambientali senza rischi. Igienizzali o cambiali spesso, quando entri ed esci da uffici e negozi.
INDOSSA UN PAIO DI OCCHIALI
Anche da sole o senza gradazione, come prima barriera per proteggere gli occhi (possibile via di contagio).
GEL IGIENIZZANTE
Per poterti gestire in autonomia, portane sempre con te una confezione tascabile. Richiedilo con almeno il 70% di base alcolica.
ACCOMPAGNAMENTO
Cerca di farti accompagnare sempre dalla stessa persona e usa le corrette tecniche cercando di mantenere la maggior distanza possibile dalla guida.
BASTONE BIANCO
Portalo sempre, anche quando sei accompagnato, e tienilo aperto per segnalare agli altri che devono mantenere il distanziamento sociale.
CANE GUIDA
I cani non sono veicolo di contagio e ai cani guida non può esser vietato l’accesso nei luoghi pubblici.
IN CASO DI AIUTO
Puoi chiedere informazioni e indicazioni rimanendo a distanza di sicurezza o farti guidare, sempre a distanza, seguendo la voce della persona che ti sta aiutando. Puoi farlo in sicurezza solo se ti stai spostando con un ausilio per la mobilità come il bastone bianco lungo o il cane guida.
MEZZI PUBBLICI
Informati con le aziende di trasporto del territorio sulle modalità previste per le persone con disabilità visiva (procedure per salita e discesa, posti riservati…).
Se scegli di muoverti in taxi ricorda di salire sul sedile posteriore.
SII SEMPRE RESPONSABILE DELLA TUA SICUREZZA E DI QUELLA DEGLI ALTRI

"Come aiutare una persona non vedente o ipovedente" è rivolta alle persone vedenti e contiene consigli utili per aiutare le persone non vedenti e ipovedenti a mantenere la distanza si sicurezza.

Come riconoscerla?
Le persone non vedenti si muovono in autonomia utilizzando il bastone bianco o il cane guida, ma possono anche essere accompagnate. Anche alcune persone ipovedenti si aiutano con il bastone bianco o con il cane guida. Presta comunque attenzione alle persone che sembrano in difficoltà, non tutte potrebbero essere subito riconoscibili come persone con disabilità visiva.

Mantieni la distanza
Se riconosci una persona con disabilità visiva ricorda che potrebbe non essersi accorta della tua presenza, quindi mantieniti a distanza di sicurezza. Se vuoi aiutarla a fare lo stesso segnala la tua presenza con la voce, darai alla persona con disabilità visiva indicazioni sulla tua posizione e la tua direzione. Ricorda di chiedere sempre il permesso prima di avvicinarti.

Presentati sempre
Se ritieni che la persona abbia bisogno di aiuto rimani a distanza e chiedi conferma – ad esempio: “Salve, mi chiamo Mario. Ha bisogno di aiuto?”. Ricorda di usare un tono della voce adeguato ad attirare l’attenzione: la persona con disabilità visiva potrebbe essere concentrata sull’ambiente per potersi orientare.

Usa la voce
Rimanendo a distanza puoi comunque guidare la persona con disabilità visiva facendole seguire il suono della tua voce. Puoi anche aiutarla a ritrovare gli elementi per orientarsi (attraversamenti, semafori, porte…). Ricorda di non usare termini generici come “di qua” o “di là” ma fai riferimento sempre alla persona che stai aiutando, ad esempio “alla tua sinistra” o “di fronte a te”.
In caso di bisogno

Prima di pensare ad un accompagnamento standard (con guida fisica) potresti offrirti di svolgere la commissione al suo posto. Concorda insieme alla persona che stai aiutando le modalità e fatti dare precise istruzioni.

SII SEMPRE RESPONSABILE DELLA TUA SICUREZZA E DI QUELLA DEGLI ALTRI

Fonte: www.facebook.com/SportelloCovidDisabiliVisivi
Testo di Martino Zavagno e Laura Brera
(tratto da Lavoro, mobilità e vita quotidiana della persona con disabilità visiva durante la fase 2 dell’emergenza covid-19 - Analisi dei rischi e proposte operative)
Si prega la massima condivisione!

 

Di seguito video animazione Disabilità visiva nell'emergenza COVID-19 "Come aiutare una persona non vedente o ipovedente" divulgato sui monitor di bordo e biglietterie nelle sedi di Arezzo, Grosseto , Piombino e Siena dell'Azienda Tiemme SpA.